Sei in: Home » Addestramento » Corsi UMA

CORSO DI FORMAZIONE E ADDESTRAMENTO CON UMA

Logo Safety First | La Sicurezza Prima Di Tutto

Sicurezza Tirelli è Point Service ufficiale di Safety First. Safety First opera a livello nazionale ed è tra le poche realtà in Italia in grado erogare Formazione e Addestramento itinerante per Lavori Pericolosi.

I suoi corsi sono finalizzati all’acquisizione della consapevolezza del rischio, della conoscenza dei Dispositivi di Protezione di 3° categoria, dei comportamenti e delle procedure operative corrette nell’ambito del lavori pericolosi.

Tutto questo è possibile attraverso sessioni di formazione e addestramento direttamente on site, grazie ad un mezzo unico in Italia.

Si tratta dell’UMA (Unità Mobile Addestrativa), un veicolo in grado di simulare differenti ambienti di lavoro, grazie al quale l’addestramento Safety First può essere svolto anche in azienda, abbattendo i costi della formazione obbligatoria e ottimizzando al massimo l’apprendimento dei discenti.

Le caratteristiche dell’Unità Mobile Addestrativa (U.M.A)

L’Unità Mobile Addestrativa (U.M.A.), nata dal brand “SAFETY FIRST® – La sicurezza prima di tutto”, è un veicolo “configurabile” in grado di simulare molteplici scenari di lavoro in modo da poter erogare progetti formativi, comprensivi di attività di addestramento, regolamentati dal protocollo formativo Safety First ®.

UMA Unità Mobile Addestrativa Safety First

La peculiarità di U.M.A. è l’erogazione di sessioni formative ed addestrative itineranti direttamente in azienda, su tutto il territorio. Lo schema è collaudato, codificato, che riesce a coprire numerosi aspetti e criticità per la sicurezza che possono manifestarsi durante l’esecuzione di attività lavorative.

Grazie alla configurabilità del veicolo si effettuano esercizi di addestramento pratico riuscendo a riprodurre numerosi aspetti e criticità per la sicurezza che possono manifestarsi durante l’esecuzione di attività lavorative pericolose.

Il progetto formativo pone l’addestramento alla base del suo metodo di formazione con attività procedurali che coinvolgono attivamente nel processo di apprendimento, in modo da sviluppare:

  • capacità analitiche;
  • abilità decisionali;
  • cognizione predittiva su comportamenti corretti;
  • capacità di utilizzare correttamente i Dispositivi di Protezione per una maggiore sicurezza;
  • saper gestire una situazioni di emergenza e soccorso.

L’obiettivo è esaltare tutti i limiti delle tecniche e dei dispositivi, i potenziali rischi e le conseguenze del luogo di lavoro o la sua riproduzione in termini di rischi.

Inoltre, l’UMA è dotata di un sistema di videoproiezione multimediale posto nella zona posteriore del mezzo, grazie al quale è possibile allestire un’area, coperta da un gazebo e annesse poltroncine, in cui è possibile erogare anche in aree outdoor sessioni formative teoriche.

Le fasi della formazione per la sicurezza sul lavoro

Secondo il protocollo SAFETY FIRST®, i progetti formativi prevedono due fasi distinte per ogni sessione:

  1. una formazione teorica che può essere svolta sia in aula sia con il sistema multimediale in dotazione, posto sulla parte posteriore del mezzo;
  2. un addestramento pratico con l’utilizzo diretto di U.M.A.

Formazione Teorica

Con il modulo teorico sono illustrati:

  • quadri legislativi di riferimento;
  • casistica incidenti;
  • procedura generale di valutazione e gestione dei rischi;
  • corrette procedure di lavoro;
  • DPI 3° categoria;
  • caratteristiche tecniche, regolazioni e verifiche su DPI;
  • controlli di manutenzione ordinaria e straordinaria, cura e corretta conservazione;
  • tutte le tecniche e procedure necessarie per far fronte a situazioni di emergenza.

Formazione Pratica

Durante la prova pratica di addestramento, invece, è previsto l’uso di svariate tipologie di attrezzature e DPI specifici in funzione della tipologia di attività lavorativa da simulare, con svolgimento dell’esercizio specifico precedentemente illustrato nel modulo teorico del corso.

 

La finalità dell’addestramento con U.M.A., secondo il protocollo SAFETY FIRST®, è portare all’errore l’allievo, per valutarne le reazioni e la capacità di intervenire in sicurezza.

Al termine del progetto formativo viene restituito un attestato di Formazione svolto secondo i Requisiti e Protocolli SAFETY FIRST®, consultabili on line:

Le configurazione formazione per la sicurezza sul lavoro

L’Unità Mobile Addestrativa (UMA) presenta diverse configurazioni in base allo scenario di lavoro da simulare.

Lavori in Ambienti Confinati e/o sospetti d’Inquinamento

La sessione di formazione prevede una lezione frontale, i cui argomenti principali sono:

  • la casistica incidenti;
  • i rischi e pericoli maggiori in spazi confinati;
  • permesso di lavoro;
  • tipologie di monitoraggio ambientale;
  • sistemi e dispositivi di lavoro e di emergenza, dpi per la protezione elle vie respiratorie ed anticaduta;

L’addestramento per il modulo pratico prevede l’utilizzo della UMA con prove ingresso negli spazi confinati, con ingresso verticale e orizzontale, utilizzando specifichi sistemi, attrezzature e DPI di III categoria.

Tutte le operazioni di addestramento prevedono che ogni discente si adoperi in qualsiasi ruolo della squadra d’intervento seguendo tutte le operazioni di ingresso, operative e di recupero per emergenza (fase rescue).

Altra caratteristica del simulatore molto realistica è la riproduzione di esercitazioni in condizioni di visibilità ridotta (con uso di smoke machine) e di presenza di rumore assordante (con uso di musica ad alto volume).

Grazie al sistema di videoproiezione multimediale, sono riprese tutte le attività dei discenti in tempo reale, consentendo alle squadre da terra di osservare le tecniche messe in atto, nello spazio confinato, da chi è impegnato nell’addestramento.

Configurazione Lavori in quota

L’Unità Mobile Addestrativa (UMA), così configurata, simula l’attività lavorativa ad altezze superiori ai 2 metri.

Questa configurazione prevede l’allestimento della U.M.A. in accoppiamento alla “Torre-Trabattelo-Mobile”, una struttura modulare appositamente realizzata per la simulazione di attività su piani di lavoro con altezza e inclinazione regolabile, dai quali è possibile posizionare tutti i dispositivi di sicurezza anticaduta.
Con la seguente modalità i discenti possono effettuare in piena sicurezza gli esercizi di posizionamento in quota, salita e discesa, uso di linee vita, doppi cordini e sistemi di recupero dell’infortunato.

Gestione di rilasci/sversamenti accidentali di sostanze chimiche pericolose

Questa configurazione simula l’attività di gestione di rilasci/sversamenti accidentali di sostanze chimiche pericolose.

L’U.M.A così configurata prevede l’allestimento della zona posteriore di U.M.A. dei sistemi di assorbimento e recupero di versamenti accidentali delle sostanze chimiche pericolose (spill kit) per la simulazione di circostanze di emergenza.

Con la seguente modalità i discenti possono apprendere le tecniche e le tipologie di presidi necessari a fronteggiare situazioni di emergenza. Inoltre vengono trasmesse ai discenti informazioni e procedure di base riguardanti il corretto intervento precedentemente illustrate nel modulo teorico del corso.

Lavori elettrici: persona avvertita (PAV), persona esperta (PES), persona idonea (PEI)

In questa configurazione, il veicolo U.M.A. è dotato di due differenti attrezzature elettriche che rappresentano nel dettaglio un quadro elettrico standard in bassa tensione e un quadro elettrico standard in media tensione.

Grazie alle seguenti dotazioni, i discenti effettueranno in piena sicurezza delle simulazioni di interventi sui quadri e di lavorazioni sotto tensione o in prossimità di conduttori nudi sotto tensione.

In questo modo, i partecipanti alla sessione di formazione e addestramento applicheranno tutte le procedure di sicurezza apprese nel modulo teorico del corso.

La simulazione prevede:

  1. Predisposizione di un piano di lavoro su un caso reale con compilazione modulistica appositamente predisposta;
  2. Allestimento dell’area di lavoro e verifiche preliminari;
  3. Analisi dei ruoli chiave nell’esecuzione e nel controllo delle attività fuori tensione, sotto tensione ed in prossimità;
  4. Esercitazioni pratiche su quadro elettrico di prova bassa tensione;
  5. Esercitazioni pratiche su quadro elettrico di prova media tensione;
  6. Esercitazioni pratiche su lock-out di quadri elettrici;
  7. Esercitazioni pratiche su procedure di emergenza (sistemi di comunicazione, chiamata di soccorso, ecc.);
  8. Addestramento all’utilizzo dei DPI dielettrici e degli strumenti di misura e verifica;

Per lo svolgimento di tutti i corsi i discenti devono essere in possesso del certificato di idoneità specifica rilasciato dal MC (Medico Competente) o autodichiarazione sostitutiva riportante le seguenti indicazioni riguardo:

  • l’utilizzo DPI III°Categoria, APVR (DPI Proyezione Vie Respiratorie) e Anticaduta;
  • eventuali sintomi di claustrofobia e/o vertigini, a seconda la tipologia di corso.

Inoltre l’addestramento con U.M.A. prevede la fornitura di kit DPI specifici ma nel contempo i discenti hanno la possibilità di utilizzare DPI in dotazione, accertato che siano idonei per l’addestramento.

Tutte le sessioni di formazione e di addestramento sono tenute dai nostri docenti e istruttori di comprovata esperienza e di alta professionalità, in possesso dei requisiti previsti dalla normativa e capaci di trasmettere questa esperienza in modo efficace, flessibile e coinvolgente.

Loghi Safaty First

IL TUO AMBIENTE DI LAVORO È IN SICUREZZA?

Sicurezza Tirelli | Richiedi Check Up