antincendio emergenza evacuazione

Addetti incendio, emergenza, evacuazione e lotta antincendio (gruppo A)

Il Decreto di Legge 626 del 1994 stabilisce quale strumento fondamentale per la prevenzione e la gestione delle misure antincendio da applicarsi all’interno di un’azienda, la nomina ufficiale di una squadra di addetti al soccorso, in grado di provvedere alla corretta applicazione di tutte le procedure di prevenzione e di intervento predisposte dal piano di sicurezza.

Le figure chiamate a svolgere questo tipo di incarico devono essere in possesso di tutti i requisiti e delle competenze richieste per operare in questo particolare settore e devono, inoltre, essere muniti, a spese del datore di lavoro, di tutti gli strumenti necessari all’espletamento del loro incarico e di tutti i DPI necessari alla loro protezione individuale.

A seconda delle dimensioni dell’impianto in cui operano e della specificità delle attività in esso svolte, ogni azienda viene classificata in una categoria particolare. Per ognuna di esse la Legge prevede l’attuazione di misure di sicurezza specifiche e commisurate al tipo di attività svolta: tra le aziende di Gruppo A, ad esempio, rientrano tutte le realtà produttive e industriali di grandi dimensioni e con un organico piuttosto nutrito, come le centrali termoelettriche e nucleari, e, tra e le altre, quelle dedite all’estrazione di minerali, alla produzione di esplosivi e alla fabbricazione di armi e munizioni. Ad esse si aggiungono tutte le attività fin qui non citate aventi, in generale, più di cinque dipendenti o classificate con un indice infortunistico INAIL superiore a 4.

Quali sono gli scopi del corso di aggiornamento?

Quanti prestano la loro opera in qualità di addetti antincendio hanno il compito di frequentare uno o più corsi di formazioni atti a permettere a tali professionisti di entrare in possesso dei requisiti e delle competenze necessarie allo svolgimento dell’incarico. Alla base di ogni percorso formativo di tal genere si pone l’apprendimento delle logiche di tutela dell’integrità fisica dei lavoratori e di quelle di salvaguardia dei beni dell’azienda.
La gestione di qualsiasi emergenza, infatti, deve avvenire sempre in maniera lucida e ponderata: il ruolo degli addetti antincendio, infatti, non è solo quello di attuare le manovre di emergenza necessarie in caso di incendio ma, a priori, quello di prevenire l’incendio stesso e di contenere al massimo i danni nel caso in cui, nonostante il rispetto e l’osservanza delle corrette manovre preventive, un rogo dovesse comunque avere luogo.

Allo scopo di provvedere all’attuazione delle misure di lotta antincendio, è necessario che gli addetti vigilino costantemente su tutte le situazioni in grado di cagionare un pericolo di incendio alla struttura, provvedendo alla continua sorveglianza dei presidi antincendio e apportando eventuali misure correttive o migliorative adatte ad elevare il livello di sicurezza della struttura e, di conseguenza, a garantire la tranquillità di quanti operano all’interno della stessa.

Segui il corso

Rilascio

 150,00

  • Durata: 16 ore
  •  Validità: 3 anni
  • Figura professionale: addetto

Rinnovo

 90,00

  • Durata: 6 ore
  •  Validità: 3 anni
  • Figura professionale: addetto

Richiedi informazioni sul corso

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Richiesta informazioni per il seguente corso di Sicurezza sul Lavoro

Il tuo messaggio