addetto emergenza rischio medio

Aggiornamento addetto emergenza (rischio medio)

La nomina di un addetto alle emergenze è un preciso onere a cui ogni azienda è sottoposta, in funzione di quanto disciplinato dall’Articolo 37, Comma 9 del D. Lgs. 81/2008, che determina i riferimenti di sicurezza e prevenzione necessari a garantire l’incolumità di quanti prestano la loro opera all’interno di qualsiasi ambiente di lavoro.
In particolare, la Legge prescrive che tutti gli addetti alle prevenzione e alla vigilanza antincendio siano adeguatamente formati ed informati riguardo alle procedure di salvataggio e di primo soccorso. Essi inoltre devono necessariamente disporre di una completa conoscenza delle pratiche di gestione dell’emergenza e della procedure di evacuazione degli edifici.

Per garantire una migliore gestione delle procedure di prevenzione e di gestione delle emergenze, tutte le aziende operative sul territorio italiane sono classificate all’interno di una scala di rischio in funzione del tipo di attività svolto all’interno dei loro stabilimenti.

Naturalmente tutto il personale preposto allo svolgimento delle misure di prevenzione e sicurezza antincendio devono sottoporsi ad aggiornamenti professionali periodici atti ad adeguare le loro competenze al progresso e all’evoluzione del settore.

Cosa si intende per rischio medio?

Si intendono “a medio rischio”, in particolare, sono quelle aziende all’interno delle quali si fa uso regolare di sostanze infiammabili ma in cui non sussistono condizioni particolarmente favorevoli per la propagazione di un rogo.

Metodologia didattica per l’aggiornamento addetto emergenza

Quanti siano chiamati a svolgere il ruolo di addetto alle emergenze in seno ad un’azienda devono in via preventiva sottoporsi ad un corso incentrato sullo studio mirato delle problematiche e finalizzato all’acquisizione e alla conoscenza delle contromisure da attuare durante un incendio. Da questo scaturisce pertanto la necessità di sottoporsi a corsi di formazione che abilitino alla professione e che permettano ai candidati di acquisire i requisiti necessari ad operare in questo particolare settore.
Alla fine del corso teorico, nel quale vengono impartiti ai candidati gli opportuni insegnamenti riguardo alle Leggi in vigore e alle procedure di sicurezza da attuare in caso di incendio, è richiesto lo svolgimento di un prova pratica di spegnimento: in questo frangente gli studenti possono mettere alla prova le conoscenze ottenute durante le lezioni di teoria e cimentarsi in tutta sicurezza con un test particolarmente attendibile in grado di verificare l’effettiva acquisizione delle competenze necessarie a svolgere il ruolo di addetto alla sicurezza.
Al superamento del test pratico, viene consegnato un attestato di frequenza, necessario per qualsiasi successiva candidatura alla posizione di addetto antincendio.

Obblighi e sanzione per l’inadempimento all’aggiornamento

Tutti i datori di lavoro sono tenuti a provvedere al periodico aggiornamento del personale scelto per la prevenzione e la gestione della sicurezza. Ad essi compete anche la fornitura degli strumenti necessari allo svolgimento di tale attività e dei dispositivi di sicurezza individuale.

Segui il corso

Aggiornamento

 100,00

  • Durata: 5 ore
  •  Validità:
  • Figura professionale: addetto

Richiedi informazioni sul corso

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Richiesta informazioni per il seguente corso di Sicurezza sul Lavoro

Il tuo messaggio