Verbale di sopralluogo

Verbale di sopralluogo per la valutazione ambientale

Stilare un verbale di sopralluogo è un’operazione fondamentale al fine di poter disporre di una trascrizione sintetica che riunisca in pochi passaggi chiave un intero studio di un ambiente che sia finalizzato ad un’ispezione o alla definizione delle linee guida di un lavoro da svolgersi in un secondo momento all’interno del sito esaminato.
A prescindere dalle finalità per le quali si rende necessaria la compilazione di un verbale di sopralluogo, comunque, le modalità mediante le quali si arriva alla sua composizione definitiva sono, in genere, sempre le stesse.

La redazione di un verbale di sopralluogo, in prima battuta, si rende necessaria in tutti i casi in cui i parametri da tenere in considerazione per la valutazione oggettiva di un’ambiente funzionale alla definizione di un lavoro o al completamento di un atto, non risultino amichevolmente condivisi da tutte le parti chiamate in causa. In caso di controversie tra le parti e in tutte le cause, dunque, il Consulente Tecnico d’Ufficio (identificato anche con l’acronimo CTU), figura incaricata della composizione del documento, deve necessariamente recarsi sul posto del sopralluogo e delineare una relazione che esprima un quadro il più possibile oggettivo e chiaro della situazione che si intende dirimere.

Cosa deve contenere il verbale di sopralluogo?

E’ ovvio, dunque che il compito, peraltro piuttosto delicato, del CTU è quello di descrivere in maniera succinta e chiara le caratteristiche fondamentali dei luoghi sottoposti ad ispezione, senza aggiungere alla relazione alcun giudizio soggettivo che possa influenzare le figure preposte alla valutazione dell’atto. Solo dopo aver registrato in maniera particolareggiata tutti i dati utili alla corretta interpretazione della situazione descritta dal verbale, riportando laddove possibile misurazioni e altre informazioni di vario genere che siano in grado di confermare quanto riportato nel documento, è possibile verbalizzare le valutazioni espresse dalle parti coinvolte e allegarle agli atti.
Naturalmente, tale procedura sottende l’accettazione di responsabilità delle proprie dichiarazioni da parte di tutti coloro i quali che, attraverso la loro deposizione, contribuiscano ad alimentare il dossier compilato dal CTU.

Si conviene, inoltre, che il verbale debba contenere alcuni dati tecnici ritenuti per convenzione indispensabili, come la data, il sito, e l’ora nella quale l’accertamento ha avuto luogo, i nominativi e i ruoli delle persone intervenute e le firme di tutte le parti che sono coinvolte dall’ispezione. Tra gli altri elementi che possono essere aggiunti al documento da parte del CTU si possono annoverare l’oggetto del sopralluogo, le generalità, le richieste e l’incarico del committente e le date di un eventuale successivo sopralluogo.

Richiedi un preventivo

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Richiesta preventivo per il seguente servizio di Medicina del Lavoro

Il tuo messaggio