Piano Misure di Sicurezza (PMS)

Cos’è il Piano Misure di Sicurezza (PMS)?

Il quadro normativo ed il regolamento ai quali è sottesa la stesura del PMS, acronimo di Piano Misure di Sicurezza, si riferiscono all’obbligo da parte del committente di assicurare ai dipendenti dell’impresa alla quale viene appaltata o subappaltata la realizzazione di un’opera all’interno di un cantiere, che l’ambiente di lavoro soddisfi i requisiti necessari a garantire un ambiente adatto ad assicurare l’incolumità fisica dei professionisti che in esso prestano servizio.
Tale norma dispone che le imprese esecutrici comunichino un preciso piano che contenga tutte le misure di sicurezza da adottare nel cantiere e che l’affidatario dei lavori è obbligato ad osservare. A quest’ultimo, infatti, è affidato il compito di coordinare in questo senso tutte le imprese che tendono ad alternarsi all’interno del sito nel quale hanno luogo i lavori, garantendo l’attuazione delle suddette predefinite misure di sicurezza e di prevenzione.
Il documento deve riportare in calce i riferimenti anagrafici del Coordinatore e del Direttore Tecnico del Cantiere, in ottemperanza agli art. 18 Comma 8 della Legge 55/1990, al D.Lgs 626/1994 e al D.Lgs 494/1996. Quest’ultimo, inoltre, impone che tutti i cantieri nei quali hanno luogo lavori di ingegneria edile e civile siano nominati e specificamente indicati gli incaricati a ricoprire il ruolo di Coordinatore per la Progettazione e di Coordinatore per l’Esecuzione.
All’indicazione delle condizioni generali riferite al sito nel quale le ditte vincitrici dell’appalto dovranno operare, occorre aggiungere un elenco completo delle attrezzature impiegate e un dettaglio particolareggiato delle location coinvolte.

Chi deve redigere il Piano Misure di Sicurezza?

La stesura del Piano di Misure di Sicurezza è un onere totalmente spettante al committente dei lavori, figura che in caso di appalti pubblici coincide con il titolare del potere decisionale e di spesa. A questi è demandato anche l’onere di fornire adeguati riferimenti relativi alla durata prevista per lo svolgimento dei lavori e di valutare scrupolosamente i documenti progettuali preventivamente stilati dal coordinatore per la progettazione. Tra i compiti del committente rientra infine la verifica dell’idoneità tecnica e professionale delle imprese esecutrici alle quali sono demandati gli incarichi.
Il piano deve essere stilato entro 30 giorni dall’aggiudicazione dell’appalto o, comunque, entro la data di inizio dei lavori.

Come si redige il Piano Misure di Sicurezza?

I documenti da allegare al PMS sono i seguenti:
– Generalità committente
– Generalità ditta vincitrice dell’appalto
– Generalità dei Responsabili
– Documenti di verifica
– Progetto

Richiedi un preventivo

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Richiesta preventivo per il seguente servizio di Sicurezza Cantieri

Il tuo messaggio